+39.3493727226
Presente a Padova e Milano

Riflessologia Plantare

riflessologia plantare

riflessologia plantare

I nostri piedi sono una mappa preziosa scopriamo dove siamo e dove ci vogliono portare. Ringraziamo i nostri piedi, le nostre radici che ci sostengono e ci accompagnano lungo il cammino della Vita. Ascoltiamoli, loro sanno portarci dritti al cuore!

 

 

 

 

mappa riflessologia plantare

mappa riflessologia plantare

CHE COS’E’ ?

La riflessologia è un metodo di autoguarigione per il riequilibrio fisico, psichico, emotivo

È una tecnica di trattamento del piede che si basa sulla digitopressione di punti riflessi collegati ad organi e apparati. Attraverso la digitopressione s’inviano informazioni che l’organismo accoglie attuando un processo di riequilibrio. La pressione esercitata sulla zona riflessa è una stimolazione nervosa che trasmette messaggi al cervello, stimolando ad intervenire su organi , apparati e sistemi coinvolti nella sofferenza , contribuendo a far rilasciare nel corpo , sostanze (come ormoni ed endorfine) al fine di restituire o mantenere lo stato di benessere .

Il massaggio riflesso agisce in due direzioni : riconquistare la naturale forma e struttura del piede e tranquilizzare il sistema nervoso lavorando il piede nella parte dorsale e plantare.

SCOPO : risvegliare i meccanismi che portano all’omeostasi , cioè a uno stato di equilibrio e armonia. Il passo più importante verso il raggiungimento di quest’obiettivo è ridurre la TENSIONE e indurre il RILASSAMENTO.

INDICAZIONI PRINCIPALI :

  • SOVRACCARICO MUSCOLARE , SINDROME CERVICALE E LOMBARE , TENSIONE MUSCOLARE
  • Disturbi digestivi , gastrite , colite , stipsi , emorroidi
  • Sovraccarico linfatico
  • Sindromi da raffreddamento acute o croniche, sinusiti
  • Cefalee ed emicranie
  • Tensione nervosa, insonnia

CONTROINDICAZIONI :

  • malattie infettive contagiose, febbre
  • trombi e infiammazioni acute a carico di vene e linfatico
  • gravi infezioni e micosi sui piedi
  • gravidanze a rischio e mai prima dei 4 mesi
  • tumori
  • aneurismi
  • malattie reumatiche gravi ai piedi
  • subito dopo intervento chirurgico , aspettare almeno 2 mesi

REAZIONI :

  • senso di rilassamento e leggerezza mentale
  • senso di benessere alle parti particolarmente trattate
  • emersione di pensieri, contenuti emotivi
  • senso di stanchezza
  • rigenerazione generale
  • benessere al piede

STORIA :

In occidente, pioniere della riflessologia plantare fu un otorinolaringoiatra americano W.M.Fitzgerald, che elaborò nel 1916 la prima ‘terapia zonale : come alleviare il dolore a casa propria’, in cui descriveva i suoi successi nell’alleviare il dolore esercitando una pressione su parti delle dita delle mani e dei piedi.  

Il dott. W.M.Fitzgerald , partendo dall’evidenza che attraverso compressioni esercitate su specifiche aree del corpo era possibile ottenere delle analgesie di breve durata per piccoli interventi del cavo orale , arrivò a teorizzare che il corpo fosse percorso da 10 aree parallele , cinque per parte.

Raccogliendo i dati relativi ai diversi sintomi che i suoi pazienti denunciavano, notò che i loro disturbi , apparivano collegati e dislocati su un unico corridoio ideale.

Arrivò quindi a disegnare l’immagine del corpo diviso da 10 linee verticali che lo percorrono dalla testa fino alle punte delle dita e delle mani . ogni parte del corpo che è in una zona determinata di queste linee è collegata a un’altra tramite un particolare flusso energetico e queste due parti possono interagire e influire una sull’altra.

Sostenitori di questa tecnica ci furono anche altri medici , tra cui Eunice Ingham, la quale intuì che il piede era una parte ancora più sensibile ed esplorando individuò dei punti specifici che confrontati con l’anatomia del corpo permisero di tracciare la prima mappa delle zone del piede in rapporto con gli organi del corpo